Forse non tutti sanno che esistono diverse declinazioni della celebre Basta Pasta, piatto che nasce dalla necessità di soddisfare le esigenze dell’affamato uomo di mondo che, giunto a casa dopo l’ennesima estenuante giornata di lavoro, si fionda in cucina in preda agli istinti più primordiali alla ricerca di qualsiasi cosa possa placare la sua ancestrale fame. La sfida sta nel riuscire a preparare qualcosa di decente nei pochi minuti a nostra disposizione prima che l’uomo moderno (ma anche un po’ cavernicolo) perda la pazienza e divori la bistecca surgelata che era avanzata la sera prima all’ignaro coinquilino.

[Ah, sento in dovere di esplicitare la forse non lampante citazione del titolo: uno dei miei libri preferiti]

broccoli

LA PASTA DEI BROCCOLI Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Doveva dirgli

15 gennaio 2011

Devo riconsegnare un libro che mi hanno prestato. Un po’ mi spiace dovermene separare, anche perché da quando l’ho terminato mi son trovato più volte a ripensare alle parole conclusive del tomo, che mi erano parse così pregnanti allora e che trovo illuminanti tutt’ora. Allora, forse è il caso che me le appunti, a futura memoria, per evitare di dimenticarmele e, rileggendole ogni tanto, ricordare la direzione da tenere mentre guido nel traffico impazzito degli eventi.

“Nel complesso aveva torto su così tante cose che […] Enid non mancò mai di andare a trovarlo. Doveva dirgli, finchè era in tempo, Leggi il seguito di questo post »

The Spice Chicken

14 gennaio 2011

Diciamolo: il pollo, eccetto la sua parte più gustosa che è la coscia, non sa di nulla. E visto che la mia tabella calorica di oggi prevede carne, e visto che son pur sempre un medico che consiglia a tutti le carni bianche, conviene darci dentro con le spezie.

LO SPICE CHICKEN Leggi il seguito di questo post »

Notti di guardia

14 gennaio 2011

Talvolta, quando sono seduto davanti al pc con davanti a me la pagina bianca di WordPress e uso il mio tempo scrivendo frasi su frasi per raccontare le paure, le stronzate o le gioie delle mie giornate, ho una lontana perplessità: è il dubbio che fermarmi per mettere per iscritto i miei pensieri non serva ad altro che ad isolarmi, a parlare di me con me, a  creare un cerchio perfetto che mi riporta al punto di partenza, mentre invece dovrei usare tutte le energie per dedicarmi allo studio, o alla mia professione, o a stare semplicemente con gli altri umani. Perché non si è mai sentito di un medico che si dia alla letteratura, alla musica o alle arti: forse dovrei chiudere la pagina e aprire il libro.

Poi un’amica mi segnala un sito, e scopro con un po’ di stupore che  là fuori c’è un mondo di gente come Leggi il seguito di questo post »

Occhio di bue smielato

13 gennaio 2011

Non so se lo si capisce, ma per Natale ho ricevuto in dono un barattolo da un Kg di miele millefiori, e sto cercando di inserirlo in ogni piatto.

Whatever. Anche i buoi possono essere melensi, a quanto pare.

OCCHIO DI BUE SMIELATO Leggi il seguito di questo post »

Mele con la “I”

12 gennaio 2011

A me piace la grammatica, lo devo ammettere. Mi piacciono le parole, proprio come può piacere una pizza, per intendersi: me le mangerei a pranzo e quando incappo in una bella frase, in un gioco di parole, un accostamento bizzarro, mi si scioglie uno sfarfallio proprio a livello dello stomaco. Per cui, se proprio devo mettermi a smanettare in cucina, perché non provare ad unire gli ingredienti in base alle lettere che li compongono?

MELE CON LA I Leggi il seguito di questo post »

La Basta Pasta

11 gennaio 2011

Certe volte, ho fame. E tutto quello che voglio è un piatto infinito di pasta, con tanto tanto sugo, da mangiare fino a non potere dire basta.

LA BASTA PASTA Leggi il seguito di questo post »

Ogni giorno una leone si alza e sa che, se vorrà pranzare, dovrà correre più veloce della gazzella . Ogni giorno un fabrizio si alza e sa che, se vorrà pranzare nella fretta della corsa fra ospedali ed ambulatori vari, dovrà prepararsi qualcosa. Non importa che tu sia leone, gazzella o fabrizio. L’importante è che se prepari qualcosa di buono ne fai una foto così poi la metti sul blog.

SANDWICH DELLA GAZZELLA URBANA Leggi il seguito di questo post »

L’entusiasmo non scema e io, che non sono scemo, continuo a far faville ai fornelli –  o meglio, allo sportello del microonde.

Ieri sera mi sono dilettato nella celebre Zupca, ovvero la zuppa di zucca, che a dirla tutta era già bella e preconfezionata nel banco frigo del supermercato, ma ha potuto giovarsi di un contorno di deliziose bruschette al Tutto Ciò Che C’era Sulla Mensola.

LA ZUPCA CON BRUSCHETPE Leggi il seguito di questo post »

Sull’onda dell’entusiasmo sollevato dalla trota di mezzogiorno, dopo qualche ora passata sui libri sono nuovamente in cucina pronto al secondo esperimento. E già mi abbandono alla fantasia, con una versione alternativa e vagamente esotica del classico risotto alla milanese. Solo per stomaci forti.

IL RISOTTO AI TROPPI SAPORI Leggi il seguito di questo post »

Allora, ben si sa che i “propositi per il nuovo anno”, di cui ho poco fa steso una bella lista, sono destinati a durare tanto quanto l’entusiasmo per un giocattolo nuovo, ma all’alba del 4 gennaio non posso certo essermene già stufato.

E così dunque, in compagnia del fidato Microwave Oven con cui ho fatto il mio ingresso nell’appartamento di Via Tirandi, ho deciso di lanciarmi in qualche esperimento culinario, e per dovere di cronaca riporterò qua le testimonianze fotografiche (e non solo) delle mie acrobazie in cucina, degne della migliore sorella Parodi ancora da inserire in un adeguato Leggi il seguito di questo post »

Another year’s over

2 gennaio 2011

Il duemiladieci è terminato, e gliene sono molto grato. Possiamo dircelo: l’anno scorso ha fatto proprio schifo. Ho avuto delusioni forti, inaspettate e reiterate. Ho viaggiato, ma meno di quanto avrei voluto; ho visto dei bei concerti, ma meno di quanto mi aspettavo. Non ho scoperto molti nuovi amici (qualcuno sí) ma ho sicuramente perso di vista alcuni dei vecchi (forse non erano grandi amicizie, dopotutto). Anche i neuroni del lobo temporale han rotto le palle, e ripetutamente.
Ho avuto più momenti Leggi il seguito di questo post »

2010 in review

2 gennaio 2011

Iniziamo il 2011 con un po’ di autoreferenzialità, non foss’altro che per confermare che qua si giunge soprattutto grazie alla ricerca di “hard porn horses”. Whatever…

 

The stats helper monkeys at WordPress.com mulled over how this blog did in 2010, and here’s a high level summary of its overall blog health:

Healthy blog!

The Blog-Health-o-Meter™ reads Wow.

Crunchy numbers

Featured image

A Boeing 747-400 passenger jet can hold 416 passengers. This blog was viewed about 2,500 times in 2010. That’s about 6 full 747s.

 

In 2010, there were 77 new posts, growing the total archive of this blog to 235 posts. There were 78 pictures uploaded, taking up a total of 11mb. That’s about 2 pictures per week.

The busiest day of the year was October 15th with 103 views. The most popular post that day was Al medico non far sapere.

Where did they come from?

The top referring sites in 2010 were facebook.com, selinunte.blogspot.com, it.paperblog.com, splinder.com, and link.smartscreen.live.com.

Some visitors came searching, mostly for pornhorses, biascicare, hardporn, fonendoscopio, and laura pausini – live san siro 2007.

Attractions in 2010

These are the posts and pages that got the most views in 2010.

1

Al medico non far sapere October 2010
2 comments

2

Rooms and floors October 2010

3

Un anno fa October 2010

4

Reception September 2010

5

Zio a distanza October 2010