Travels in constant

25 gennaio 2010

     Sul treno che da Milano mi riporta a casa, dopo un viaggio che ha sezionato l’Europa, dopo ore in auto a cercare di vedere più possibile di quello che c’è fuori per guardare quello che c’è dentro, la sonnolenza della domenica mattina stimola le riflessioni. Perché l’epoca storica impone valutazioni, impone di rifare continuamente il punto della situazione per evitare che siano gli eventi a farmi succedere. Se non voglio che sia la vita a vivermi. E chiaramente non lo voglio. 
     Il momento di agire è sempre stato, ogni momento è il momento di agire, con la differenza che ora certe azioni sembrano non essere più procrastinabili. Gente che ci ha sempre provato – a trovare un modo migliore, a non accontentarsi, a provarci e a indignarsi – ognuno in modo diverso, ma ora ugualmente inizia ad accusare stanchezza. Gente che inizia ad essere disillusa, che inizia ad accettare compromessi, anche se sicuramente non smetterà mai di provarci. E non capisco se questo significhi crescere o invecchiare
     Guardo fuori, e non c’è niente di bello: la veduta grigia e nebbiosa trasuda freddo, e il finestrino sporco che lo incornicia non fa che renderla ancora più squallida. Eppure mi piace, la sento familiare, sento che mi appartiene, che è smagliante sotto l’apparenza sterile.
Forse è crescere: svelare illusioni, appezzare una grigia pianura padana, smettere di lottare per qualcosa. O forse è rimanere giovani, girare per respirare nuove città, continuare ad incazzarsi per la merda intorno, sperare in un altra possibilità, e fare il possibile e qualcosa di più per ottenerla. 
     O forse è solo questione di dizionari.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: