Oscenità

5 aprile 2009

Tutti hanno un conoscente famoso di cui potersi bullare con gli amici, e io non faccio certo eccezione.

Lo schermidore Andrea Cassarà e io frequentavamo la stessa classe al Liceo, nel quale suo padre era da tempo immemore il temutissimo prof. di Chimica e Biologia. Nominate quel cognome a chiunque abbia frequentato il piccolo liceo di Iseo negli ultimi 20 anni, e sentirete parlare di incompetenza, di ottusità, di ingiustizia, di ignoranza, di un professore scandalosamente incapace inchiodato alla sua cattedra… insomma, il prof. C. era entrato negli annali del liceo come emblema della “malascuola”.

Suo figlio, dicevo. Andrea non era particolarmente benvoluto, in parte per causa dell’astio diffuso verso il padre, in parte perché a causa degli allenamenti era costretto a saltare molte lezioni e relative interrogazioni-verifiche, ma tutto sommato non spiccava per simpatia. Qualche amico e qualche antipatia, nulla di particolare – considerando il seme da cui era nato, era anche tanto.

Verso la fine delle superiori, nel 2002 inizia la carriera agonistica come schermidore, con risultati via via sempre più eclatanti, fino all’oro vinto nelle olimpiadi di Atene del 2004 (fioretto a squadre). E lì ho dovuto riconoscere il suo valore: cazzo, un oro alle olimpiadi! Mica un 30L in anatomia, qua si parla di eccellenza vera! Mi resta un ragazzo un po’ antipatico, ma onore al merito.

Poi ovviamente parte la stucchevole carovana dei compagni di classe che non l’hanno mai sopportato ora diventati suoi supporters, la festa di bentornato al suo paese, le interviste al genitore giustamente orgoglioso, eccetera eccetera. E ho la vaga sensazione che suo padre ce l’abbia fatta: non solo ha dato i natali ad un campione, ma si è pure risparmiato la fama di peggior professore di Chimica grazie alle vittorie del figlio! Ma comunque, onore al merito.

La carriera di Cassarà Jr continua tra alti e bassi, ma sempre a livello internazionale, bissando l’esperienza olimpiade all’ultimo minuto (a Pechino sostituisce Baldini, squalificato per doping). Ma tutto sommato la sua faccia non si è fatta troppo notare sulla carta stampata degli ultimi tempi.

Finchè, l’altroieri, il suo nome ritorna agli onori della cronaca, per faccende tutt’altro che sportive: Andrea Cassarà sarà processato per atti osceni in luogo pubblico; stando all’accusa, due estati fa si è masturbato davanti ad una donna fermata con il pretesto di chiedere informazioni.

Ora si scatenano i festeggiamenti inversi: gli ex alunni del padre si stan facendo delle grosse risate; gli ex-compagni poi diventati supporters probabilmente ritorneranno all’iniziale condizione di detrattori; il padre (la cui fama di professore incompetente è ormai del tutto priva di interesse) in preda all’imbarazzo. La carriera indelebilmente segnata.

A me è salita una grande tristezza. Non ho mai finto simpatie inesistenti nei suoi confronti, ma questo è un modo infimo per chiudere una storia. Una storia fatta di pressioni, di una persona talmente inadeguata dietro alla cattedra che non posso immaginare migliore dietro al tavolo da pranzo, ma anche di vittorie storiche, al di là delle simpatie personali. Come si può cadere tanto in basso? Bha, spero si scopra che nulla di tutto questo è vero, e che io sia solo ancora un po’ arrabbiato con un prof…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: