Evaporare

26 settembre 2008

La solitudine è amara beatitudine per me
è necessaria come un vizio
e la coltivo un po’ per sfizio
 
Un divano in cui affondare
è condizione esistenziale
come misurare i pavimenti
a passi lenti
 
E queste quattro mura
sono ormai la mia censura
a tutto quello che c’è fuori
che spesso fa così paura.
 
     Allora vorrei  e v a p o r a r e  per essere dovunque 
     ed entrando nei respiri comprendere i pensieri 
     imparare a pattinare su questo oceano di ghiaccio 
     e a tendere il mio arco fino a non potere fare di più
 
Meno male che ci sono
altrimenti sarei solo
come è sola una ferrovia
 
E’ prigione e protezione
vanitosa commemorazione
della mia apatia
 
Ma il fatto è che di questo stato
ormai ne sono innamorato
come un vecchio del passato
come Dio del suo creato
 
     Allora vorrei  .e.v.a.p.o.r.a.r.e.  per essere dovunque 
     ed entrando nei respiri comprendere i pensieri 
     imparare a pattinare su questo oceano di ghiaccio 
     e a tendere il mio arco fino a non potere fare di più

goccia_2D06

 
(Niccolò Fabi, "Evaporare")
 

Annunci

Una Risposta to “Evaporare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: