The big mistake

12 settembre 2008

     Ripresero un vecchio discorso, e come lingue dimenticate, ci miserò un po’ a rispolverare la sintassi. Un discorso sugli errori, e su come talvolta essi siano così facili da evitare, così chiaro il rischio. Errori annunciati, errori ben conosciuti, promesso e giurato di non doverli più rifare, eppure commessi ancora una volta.
     Ma erano davvero sereni, ora che la grammatica era rinfrescata e la prosodia ristabilita, e l’ombra del grande sbaglio annunciato e poi accaduto non causava inquietudine nè vergogna, solo una risoluta accettazione, mentre si insinuava l’idea che a volte uno sbaglio è un buon modo per risolvere gi scontri, per uscire da un impasse durato troppo a lungo e ridar vigore a lingue in disuso.

warning

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: