La mia prima volta con un ferro da stiro

29 luglio 2008

     No, non ho varcato nuove frontiere dell’autoerotismo: mi son proprio messo a stirare! Sorpresa
Essendo la mia famiglia in vacanza, infatti, non ho avuto scelta e mi son dovuto fare il bucato per le cose che mi serviranno in finlandia. Ovviamente il pericolo ferro da stiro lo credevo scongiurato, anche perchè mia manma mi rassicurò dicendomi "Ma nooo che non ti serve: basta che sbatti bene le magliette appena la lavatrice finisce la centrifuga, e vedrai che nn c’è bisoigno di stirarle!" Tutto vero, peccato che dimenticai le magliette e tutto il resto nella centrifuga per tutta una abbondante notte, cosicchè quando il pomeriggio seguente aprii l’oblò era tutto indubbiamente stroppicciato. Sarcastico
     Non che lo stirare in sè mi spaventasse poi troppo: infatti è una di quelle cose che ho visto fare talmente tante volte da essere sicuro di poterle fare ad occhi chiusi; un po’ come quando stai per fare la  patente, vedi tuo papà che guida e dici "ma sì, ovviamente lo saprei fare anch’io"… poi appena prendi in mano l’auto non riesci a fare nulla!
     Mi avvicino dunque all’asse con fare sicuro: perlustro il campo, e inizio scaramanticamente con un paio di pantaloncini senza i quali, penso, potrei vivere tranquillamente, e mi lancio all’avventura. Inizio un quarto di gamba, poi giro, faccio l’altro quarto, poi mi accorgo che nel frattempo ho fatto una piega, ripasso, ritorno alla gamba iniziale… insomma, il 60%del tempo è per ripassare sulle nuove pieghe artificiali da me create, che sarebbereo tanto artistiche se decidessi che questi pantaloncini sono di D&G, ma evidentemente non lo sono, e mi tocca affrontare tutte le 3450 tasche e gli 234 bottoni cercando di evitare queste stramaledettissime pieghe. Non c’è storia: vince sempre lui, il bastardissimo ferro da stiro: io ne salvo una, e lui ne crea tre!
     In qualche modo giungo al termine del pantalone, poi affronto una t-shirt, poi un altra, insomma mi sembra di cavarmela non male, e allora scorgo con la coda dell’occhio quello che è la maggiore sfida delle stiratrici di tutto il mondo (o almeno di quelle che hanno un figlio che studia medicina:): il camice del tirocinio! Il camice infatti ha insite in sè tutte le difficoltà dello stiramento delle camicie, notoriamente difficilissime, sommate alla difficoltà di laurearsi in medicina, e tutte queste difficoltà esplodono in un turbine di bottoni, tasche, controtasche, colli, asole, maniche dalla forma inenarrabile… Ma dopo una buona mezzora di avanti e indietro riesco insperatamente a finire anche quello.Animoticon
     Bhè, guardando la (piccola) massa di abiti stirati non sembra poi così male, forse ho un tantino esagerato con l’amido: i pantaloni camminano da soli e il camice mi fa diagnosi di una malattia psichiatrica di cui non riferisco, ma nel complesso son riuscito a non danneggiare irreparabilmente nemmeno un calzino!
     Certo che, madò: CHE CALDOOO! Ma non si possono fare dei ferro da stiro con l’aria condizionata? O almeno con del vapore fresco, che almeno eviterei di avere le mani mezze bruciacchiate per ogni volta che spruzzavo un po’ fuori rotta!
Sorriso
 
Annunci

5 Risposte to “La mia prima volta con un ferro da stiro”

  1. chelsea said

    🙂
    Potevi fare un altro risciacquo e ri-centrifugare 🙂
    Però bravo!
    Te la sei cavata benissimo.
    Poi son tutte cose che fan bene a saper fare anche i maschietti.
    Vivere da soli è bello, vivere da soli e saper fare tutto è ancora meglio.

  2. Fab said

    Mmm… giusto! Nelle ultime 24 ore ho ricevuto un’enorme quantità di ottimi consigli 😉
    Grazie cmq! in effetti il mio scopo non esplicitato era proprio quello di imparare a cavarmela un po’ da solo, e dai ora che ho affrontato anche lo scoglio "stiramento" sono a buon punto!
    🙂

  3. chelsea said

    🙂 Ci sono anche tantissime donne assolutamente incapaci di stirare una camicia.
    Lo potrai notare osservando l’intera famiglia che porta solo T-Shirt.
    (figuriamoci un camice)
     
    Ogni riferimento a persona scrivente è puramente …….

  4. pietro said

    Ah è arrivato anche per te questo fatidico giorno! :DVivendo da solo da più di 5 anni, ho dovuto imparare a fare tante cose…ma lo stirare è una di quella che mi riesce peggio!:-(Infatti cerco sempre di sbattere bene tutto e di evitare di indossare camicie!:D

  5. Fab said

    Ahah!!
    Dopo queste rivelazioni terrò molto più d’occhio quelli che nn mettono mai camicie, anzi li guarderò dall’alto in basso cn disprezzo e gli dirò "pezzenti, si vede lontano un kilometro che nn sapete tenere in mano un ferro da stiro!!"
    😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: