Costruire

6 luglio 2008

E’ da tanto che volevo postare questa canzone, e finalmente ne ho avuto una degna occasione.
     Ieri sera, concerto "sorpresa" di Niccolò Fabi, in una piccolo paese della bergamasca dove si è esibito come ospite in una manifestazione musicale per giovani musicisti, in un mini show con una manciata di pezzi chitarra e voce. Gran serata, gran serata davvero: il publico era poco, non c’era stata pubblicità e nè il sito ufficiale nè altre fonti della rete parlavano dell’esibizione, così che pure io dubitavo se avrebbe suonato o meno. Così il risultato è stato quello di una serata intima, fra amici quasi, con un continuo dialogo (vero, non solo attraverso le canzoni) con il pubblico,a sua volta rilassato e divertito.
     Poi, una volta finita l’esibizione, è pure successa una cosa che non avrei immaginato: dopo le consuete foto di cellulare e autografi di cd dei fan, abbiamo chiaccherato un po’ insieme di musica.A bocca aperta Eh sì: io, Niccolò e un paio di altri ragazzi conosciuti sotto il palco, neanche fossimo amici di sempre, a chiaccherare di quali artisti ci piacciono e di quali lo hanno influenzato, Damien Rice, Ray LaMontagne, Glen Hansard… Poi Niccolò è andato giustamente a riposarsi, mentre noi abbiamo continuato la nostra chiacchierata musicale. (uhu quanto tempo che non ne facevo una così soddisfacente Caldo)
     Niccolò: un grande, davvero. Tantissime sue canzoni meriterebbero di essere postate qui (quale onore, tra l’altro!Linguaccia), ma senza dubbio lo spazio per ora va dato ad una delle canzoni più belle di sempre, una di quelle che mi sento cucito addosso come un vestito, anzi come una pelle, e ogni volta che l’ascolto mi stupisco che sia stata scritta da qualcuno che non sia Me Stesso.

fabi

Costruire – Niccolò Fabi
Chiudi gli occhi
immagina una gioia
molto probabilmente
penseresti a una partenza
 
ah si vivesse solo di inizi
di eccitazioni da prima volta
quando tutto ti sorprende e
nulla ti appartiene ancora
 
penseresti all’odore di un libro nuovo
a quello di vernice fresca
a un regalo da scartare
al giorno prima della festa
 
al 21 marzo al primo abbraccio
a una matita intera la primavera
alla paura del debutto al tremore dell’esordio
ma tra la partenza e il traguardo
  
     nel mezzo c’è tutto il resto
     e tutto il resto è giorno dopo giorno
     e giorno dopo giorno è
     silenziosamente costruire
     e costruire è potere e sapere
     rinunciare alla perfezione
 
ma il finale
è di certo più teatrale
così di ogni storia ricordi solo
la sua conclusione
così come l’ultimo bicchiere l’ultima visione
un tramonto solitario l’inchino e poi il sipario
tra l’attesa e il suo compimento
tra il primo tema e il testamento
 
     nel mezzo c’è tutto il resto
     e tutto il resto è giorno dopo giorno
     e giorno dopo giorno è
     silenziosamente costruire
     e costruire è sapere e potere
     rinunciare alla perfezione
 
ti stringo le mani
    
rimani qui
         
cadrà la neve
             
  a breve 

 

20060220113553fabi1

Annunci

2 Risposte to “Costruire”

  1. chelsea said

    ah si vivesse solo di inizi di eccitazioni da prima volta quando tutto ti sorprende e nulla ti appartiene ancora
     
     
     
    ……….. è uno dei miei pezzi preferiti …. "del cuore"
    quella strofa … è tanto vera.

  2. Fab said

    hehe…hai ragione, dice una grande verità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: