A Piano

7 giugno 2008

Ora ho capito: non riconoscevo il suono delle mie mani. Quando son tornato da te, ti ho assalito come il pescatore che dopo mesi in barca torna dalla moglie, e una e due e tre non mi bastavano, suonare fin quando le dita fan male. Ieri non tornava niente, non aveva niente. Non lo immaginavo prima, ma ora lo so che sono per sempre incatenato a te: ormai ho scolpito le mie orecchie, la mia voce e la mia memoria su di te, e i tuoi angoli si incastrano solo con me. Non lo sapevo, davvero: scusa se ho pensato di poterti sostituire, se ho pensato di trovare con altri quello che provo con te. We belong together, like the open sea and shore.

piano1

Annunci

4 Risposte to “A Piano”

  1. Old Chelsea said

    Bella bella bella.
    Ami la musica, che bella cosa!
    Ami il tuo pianoforte.
    Non ti tradirà mai.
    Non tradirlo mai.
     

  2. Alice said

    A Piano. Renzo Piano.OppureA Piano. Va’ a piano.

  3. Fab said

    sì, è Renzo Piano. E’ dedicata a lui: a Piano.
    Alice sei una volpe, non ti si può proprio nascondere nulla
    😛

  4. Fab said

    sì, è Renzo Piano. E’ dedicata a lui: a Piano.
    Alice sei una volpe, non ti si può proprio nascondere nulla
    😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: